Carlo Ancelotti, a quanto ammonta il patrimonio dell’allenatore

Carlo Ancelotti è a tutti gli effetti uno degli allenatori più titolati al mondo: ma a quanto ammonta lo stipendio che compone il suo patrimonio?

Non servono presentazioni per parlare di Carlo Ancelotti, allenatore italiano tra i più famosi e titolati al mondo: al momento è il tecnico del Real Madrid, ma ha all’attivo 27 trofei vinti, che di fatto, lo rendono uno degli primi allenatori al mondo. In passato è stato il tecnico di squadre come: Parma, Juventus, Torino, Chelsie, Paris Saint-Germain, Bayer Monaco, Napoli e Everton.

Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti foto Facebook

Il motivo però, per cui finisce al centro dell’attenzione o per meglio dire della curiosità di chi lo segue ha a che fare con i suoi guadagni, quelli che di fatto vanno a comporre il suo patrimonio.

Scopriamo di che cifre stiamo parlando.

Carlo Ancelotti quanto guadagna il noto allenatore

Quindi, entrando nel merito della questione, quello che sappiamo per certo è che Carlo Ancelotti al momento con il suo contratto con il Real Madrid, guadagna 11 milioni all’anno. Per capirci meglio, il tecnico guadagna: 917 mila euro, alla settimana 212 mila euro mentre al giorno 42 mila euro. 

Ma non è finita qua, nel 2022, il suo patrimonio è stato valutato circa 54 milioni di euro: un compenso da capogiro che arriva dai contratti milionari che in passato ha siglato con Paris Saint Germain e al Real Madrid, società che ha allenato due volte.

Carlo Ancelotti e i problemi con il fisco: cosa rischia?

Il tecnico del Real Madrid ha avuto in passato dei problemi con il fisco, la procura provinciale di Madrid ha chiesto 4 anni e 9 mesi di carcere per lui. L’accusa è quella che risale agli anni 2013-2015.

Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti foto Facebook

L’allenatore è stato accusato di avere commesso due gravi reati fiscali nel periodo in cui era allenatore del Blanca, stando alle ricostruzioni del fisco spagnolo, cosi come riporta la Gazzetta del Sud, pare che Ancelotti avesse realizzato un sistema di società con le sedi fuori dalla Spagna, cosi da potere evitare di pagare le tasse sui diritti di immagine, che di fatto sono divisi in parti uguali con Madrid.

x

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *