Incidenti dovuti alla valanga in Trentino

Dopo la valanga sull’Alpe Tognola: Val di Fiemme e Val di Fassa coinvolte

Dopo l’incidente di questa mattina sull’Alpe Tognola a Primiero San Martino di Castrozza, in Trentino, si sono verificate due valanghe in Val di Fiemme e Val di Fassa nel pomeriggio. Fortunatamente, entrambe le valanghe non hanno provocato feriti. In particolare, una valanga è avvenuta intorno alle 14.40 nel comprensorio sciistico del Latemar, mentre un’altra intorno alle 14.45 nei pressi delle piste nella ski area Ciampac.

Valanga al Latemar: allarme e soccorso

Nella zona del Latemar, il distacco della valanga è stato segnalato da una persona che ha visto la valanga staccarsi in un canale lungo il versante nord della Pala di Santa. Il distacco presentava un fronte di circa 50 metri e una lunghezza di circa 250 metri. Fortunatamente, grazie al rapido intervento dell’elicottero con a bordo il tecnico di elisoccorso e l’unità cinofila del Soccorso Alpino, il freerider travolto è stato dissepolto senza riportare conseguenze. Una volta sul posto, l’equipaggio dell’elisoccorso ha verificato che non vi fossero altre persone coinvolte nel distacco e ha fatto rientro a Trento.

Valanga alla ski area Ciampac: coinvolgimento di tre persone

Nel caso della valanga staccatasi a bordo pista nella ski area Ciampac in Val di Fassa, a una quota di circa 2.200 metri, tre persone sono state coinvolte. Fortunatamente, tutti sono riusciti a uscire autonomamente e senza riportare conseguenze. Un secondo elicottero decollato da Mattarello è intervenuto sul posto con a bordo una unità cinofila e un operatore del Soccorso Alpino. Dopo aver verificato le condizioni dei tre sciatori e accertato che nessun’altra persona fosse coinvolta, l’elicottero è rientrato alla base.

x

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *